Stemma Regione Emilia Romagna    Regione Emilia Romagna

Associazione

CineClub Fedic "Delta del Po"

Descrizione
Che cos'è il Cineclub Il Cineclub Fedic è stato costituito nel Delta nel 1991, con atto notarile, da un gruppo di appassionati con lo scopo di sviluppare e diffondere un'attività culturale legata all'arte cinematografica. Durante gli anni (1991/1994) ha effettuato numerose iniziative, ha prodotto filmati, curato esposizioni e mostre culturali, ha collaborato all'organizzazione di due manifestazioni cinematografiche: nel 1992 "UNICA" (incontro internazionale dei Cineclub a Lido Estensi, con patrocinio UNESCO e Presidenza della Repubblica), e nel 1993 "L'uomo e le acque" (rassegna nazionale di film d'autore, a Comacchio). Il Cineclub Fedic Delta del Po ha avuto una genesi che occorre qui ricordare. Negli anni ¿80 fu istituito a Lagosanto il Centro di Produzioni Audiovisivi che rappresentò un elemento di notevole interesse sperimentale, in campo didattico e sociale. Nacque per la intraprendenza del Comune di Lagosanto, dalla spinta di insegnanti della Scuola Media "A.Frank", con l'appoggio del Provveditorato agli Studi ed il finanziamento rilevante della Regione Emilia Romagna. Partito da esperienze importanti nella scuola approdò in seguito alla produzione in proprio di filmati sul territorio e divenne uno dei servizi del Centro Culturale del Comune di Lagosanto e del Distretto Scolastico di Codigoro. I filmati prodotti in quegli anni ottennero importanti riconoscimenti e premi nazionali, rappresentarono ottimi esempi di didattica e di lavoro innovativo, crearono un clima collaborativo dentro e fuori dalla scuola su progetti pilota. Il Centro di Produzione Audiovisivi partecipò attivamente alle numerose iniziative programmate in ambito scolastico e rappresentò la Regione Emilia Romagna ad una edizione della Biennale del Cinema dei Ragazzi di Pisa. In convenzione con la FEDIC il Centro Produzioni Audiovisivi organizzò due Rassegne Nazionali di Audiovisivi "Lagosanto dentro e fuori" nel 1986 e nel 1988. Le due iniziative furono molto seguite e ottennero un notevole riconoscimento in campo scolastico e nel circuito dei filmakers a livello nazionale. Per questo il territorio del Delta del Po fu conosciuto anche sotto l'aspetto ambientale e turistico, a partire da queste iniziative nel circuito dei filmakers nazionali. Rispetto alle iniziative culturali e sociali della comunità territoriale, il Centro di Produzione Audiovisivi, operò come centro di documentazione, effettuando le riprese dei principali avvenimenti locali e delle iniziative culturali del tempo. Tutte le opere della scuola e le produzioni documentarie e cinematografiche sono state ultimamente catalogate e reinventariate, e sono state rese disponibili per la pubblica visione all'interno della Biblioteca Comunale di Lagosanto. Tutto questo materiale costituisce l'archivio della Mediateca di Lagosanto, appena inaugurata. Il Cineclub Fedic "Delta del Po" nacque dalla costola del Centro di Produzione Audiovisivi, con quegli insegnanti che lavoravano nelle produzioni scolastiche, con gli appassionati di cinema e un gruppo di animatori culturali che erano interessati ad iniziative di ampio respiro anche in ambito sociale. Per il venir meno delle condizioni strutturali e finanziarie, e a causa del mancato rinnovo delle attrezzature necessarie alla produzione, il Centro di Produzione Audiovisivi ha cessato di operare negli anni 90. Rimane tutta la produzione realizzata, nella Mediateca di Lagosanto, mentre il patrimonio di competenze è ora presente nel Cineclub. Il Cineclub Fedic Delta del Po è stato costituito nel 1991 dallo stesso gruppo di appassionati con lo scopo di sviluppare e diffondere un'attività culturale legata all'arte cinematografica. Durante questi anni di attività ha effettuato numerose iniziative, ha prodotto filmati, ha collaborato con la FEDIC all'organizzazione di due importanti manifestazioni cinematografiche: - nel 1992 " UNICA" incontro internazionale dei Cineclub a Lido Estensi, che ha visto la partecipazione di registi e attori giunti da oltre 30 nazioni. La rassegna che si svolge ogni anno in una nazione diversa ha fatto confluire nel nostro territorio per una decina di giorni un grande numero di cineamatori e turisti, chiamati anche dalla presenza di registi e attori nazionali. Documentazione di questo evento si è avuto anche nel TG3 dell'11.9.92. Particolarmente importante è stato il contributo portato dal Cineclub all'UNICA, in quanto si è trattato di una manifestazione che si è tenuta dopo tanti anni che non si svolgeva in Italia, e che ha visto la partecipazione di circa trecento filmakers provenienti da ogni parte del mondo. E' bene ricordare che l'UNICA gode del patrocinio dell'UNESCO, ed è la più importante organizzazione mondiale di cinema non professionale. - nel 1993 " L'uomo e le acque" rassegna nazionale di film d'autore, a Comacchio. La rassegna di Comacchio è stata l'ultima svoltasi nel territorio, nonostante abbia avuto un buon successo e abbia visto la partecipazione di autori, registi, attori importanti e la notevole partecipazione del pubblico alle serate di proiezioni pubbliche. Perché iscriversi al Cineclub Fedic Delta del Po * per essere partecipi di uno strumento di mediazione culturale, nel complesso dei riferimenti storici e in ambito sociale e territoriale, vista la carenza di stimoli e di occasioni di scambio, di discussione, di dibattito e di arricchimento culturale nel settore della comunicazione visiva *per dare sostanza alle forme di rappresentazione musicale, delle immagini, sempre più soggette a canoni estetici e aliene da contenuti impegnati e coerenti * per costituire un punto di riferimento per la produzione e l'arricchimento anche tecnico-pratico di coloro che si vogliono avvicinare al mondo degli audiovisivi e che ne comprendono l'importanza nella società dell'immagine e della comunicazione globale * per operare trasversalmente in tutto il territorio del Delta per la catalogazione, lo studio della realtà culturale, sociale, per approfondire conoscenze e dettagli che si possono catturare in modo ottimale con lo sguardo dell'obiettivo * per recuperare le competenze e le tradizioni attraverso le opere di coloro che hanno filmato e interpretato il nostro territorio nel corso della intera storia del cinema e della documentazione cinematografica * per intervenire nell'ambito delle politiche giovanili, per evitare l'atrofizzazione culturale originata dai mezzi di comunicazione di massa e dal conformismo * per creare argomenti e contenuti per attività culturali di scambio, dal momento che esse sono sempre più necessarie nel processo di integrazione europeo. Attività culturali che possiedano i requisiti per favorire l'integrazione, essendo il linguaggio audiovisivo un linguaggio universale che ha, per sua natura, da sempre favorito la comunicazione. Gli Obiettivi del Cineclub Fedic Delta del Po 1. Partecipare al progetto di creare nel territorio una Banca Dati di tutti i filmati e delle produzioni che hanno interessato il nostro territorio, riversarlo in DVD e metterlo in rete. Da tanti anni molte amministrazioni comunali del Delta, Associazioni, Enti e soggetti culturali diversi hanno avviato e si sono interessate a creare un archivio delle produzioni cinematografiche e documentarie che hanno come soggetto il territorio. Questa importante operazione culturale ha come obiettivo di raccogliere organicamente un patrimonio di conoscenze e di saperi da mettere a disposizione come offerta etnografica, tesa a rivendicare un ruolo e una valenza storica per un territorio che ha radici profonde e dolorose, che non devono andare perdute. È anche una antologia monografica sui tanti e importanti registi e giornalisti che si sono interessati del Delta, che ne hanno fatto un luogo di indagine ambientale, di racconto o di fiaba. Molta della storia del cinema ha fatto sosta a Ferrara e nel Delta, crediamo che sia un patrimonio da far conoscere e da far valutare come merita, sia sotto l'aspetto culturale che turistico e ambientale, riversato in DVD e diffuso in Internet. 2. Creare un centro di produzione e di editing digitale a disposizione dei soci. La produzione rappresenta l'aspetto più importante di ogni cineclub, perché contiene la parte di competenze e di passione di ogni filmaker. In questo centro si potranno scambiare idee e confrontarsi nell'esecuzione delle produzioni a livello tecnico e operativo. Un'attività culturale e tecnica che si realizza attraverso la produzione, la formazione e la consulenza anche per quanti si vogliono avvicinare al linguaggio cinematografico e agli audiovisivi, e necessitano di un affiancamento pratico. 3. Promuovere e realizzare iniziative culturali nel territorio. Programmare una Rassegna cinematografica nazionale a carattere annuale o biennale, che preveda iniziative distribuite sul territorio, con un concorso per le scuole e uno per i filmakers. Si è visto dall'esperienza di analoghe iniziative, la valenza di queste rassegne per quanto riguarda anche l'aspetto promozionale e turistico, come supporto di non trascurabile importanza per i Comuni del Parco del Delta. Facilitare Scambi culturali nazionali ed internazionali, utilizzando il linguaggio audiovisivo come sistema comunicativo universale, e confrontando i propri contenuti culturali con realtà di altre nazioni si favorisce il processo di integrazione europeo. Questo è tanto più importante per le politiche giovanili, su cui occorre focalizzare le energie di tutti i partner europei. Il Cineclub opera in funzione di una crescita culturale permeata dei valori democratici che contraddistinguono le democrazie europee. Crede nel dialogo e nello scambio delle conoscenze, nella tolleranza e nella fiducia che i giovani possano contribuire a costruire un futuro migliore del presente. Organizzare Serate di cinema, di immagini e suoni, nelle quali oltre alla visione di opere e di reportage si possa discutere e trovare occasioni di scambio culturale. Incontri con autori, filmakers, viaggiatori, documentaristi, giornalisti, uomini di cultura e artisti, compositori, tutto il mondo della produzione artistica e della cultura che esprime contenuti importanti e attuali. Il Cineclub opera per la crescita culturale e organizza occasioni perché si creino le opportunità necessarie. Prevedere un'attività di Educazione all'immagine, e di Educazione musicale, rivolte ai docenti delle scuole dell'obbligo, in collaborazione con le scuole del territorio, con un programma formativo che deve servire per la loro formazione e per le attività didattiche. Scuola di cinema, rivolto agli alunni delle scuole dell'obbligo, da tenersi in collaborazione con le scuole e in orario extrascolastico, un'attività che ha sempre dato buoni frutti, soprattutto quando i docenti che collaborano al progetto sono motivati e credono nella didattica costruttivista. Educazione permanente, in sintonia con la Legge Regionale 30 giugno 2003, n.12, (legge Bastico) Sezione V "Educazione degli adulti", il Cineclub si propone come soggetto di educazione non formale, nell'ambito delle sue competenze e in accordo con gli Enti Locali. Chi sono i soci del Cineclub Gli associati provengono da tutto il territorio del Delta, sono impegnati e riconosciuti come operatori culturali nelle comunità dove vivono e svolgono attività sociali e culturali. Per la loro formazione e la loro cultura, per l'impegno sociale e civile che applicano, essi portano nel Cineclub un patrimonio di esperienze, di competenze che favorisce la crescita e lo sviluppo delle azioni di un ambizioso progetto culturale. Il Cineclub non è un ristretto ed esclusivo circolo privato, è un centro di mediazione e di cultura, aperto a tutti, che ha finalità che possono interessare tutti, è una associazione che arricchisce il tessuto sociale, che anima la società e promuove il dibattito, l'incontro e il confronto fra le diverse opinioni. I vantaggi degli iscritti al Cineclub Il Cineclub Fedic Delta del Po è un'associazione un po' speciale, si distingue dalle altre perché parte da una idea di fondo, la passione per il cinema e il linguaggio delle immagini, ma presenta anche molti vantaggi. L'iscrizione al Cineclub Fedic Delta del Po consente ai soci vantaggi esclusivi - Accrediti culturali per l'accesso al Festival di Venezia, Torino, Pesaro, Montecatini, San Giovanni Valdarno, Fano. - Partecipazione gratuita delle opere alla selezione del Festival Valdarno Cinema Fedic (www.fedic.it) - Possibilità di presentare i propri lavori per l'eventuale inserimento nel sito Internet (www.cortoweb.it) - Accesso ai servizi della Cineteca Nazionale Fedic. - Abbonamento annuale gratuito alla rivista Carte di Cinema. - Particolari agevolazioni logistiche per la partecipazione ai festival organizzati dalla Federazione: Valdarno Cinema Fedic, Filmvideo, Montecatini, Fano Film Festival, Pescara CortoScript. - Accrediti per le iniziative culturali, didattica del cinema, convegni, tavole rotonde, seminari, incontri, curate ed organizzate dalla Fedic. - Partecipazione a corsi di aggiornamento e di educazione all'immagine per operatori scolastici. - Acquisto, per gli iscritti Fedic, della tessera Agis valida in tutta Italia. Per ulteriori informazioni e chiarimenti, per la domanda di iscrizione Carlo Menegatti 347.0403999 email menegatticarlo@libero.it Daniele Rossi 0533.729585 email biblioteca@comune.codigoro.fe.it La sede operativa Ingresso in Vicolo Enrico Fermi n.6, è composta da una saletta ad uso riunioni e ufficio, e una sala di proiezione per 30 posti a sedere. Tutti i locali sono al piano terra e hanno un idoneo impianto di riscaldamento e condizionamento tramite pompe di calore. Nei locali troveranno spazio il Centro di Documentazione, una postazione per l'editing e nella sala di proiezione sarà possibile ricavare anche uno studio interno di ripresa.

torna all'inizio del contenuto